1984

Nel 1979 la casa editrice milanese "Il Momento" lancia in Italia la pubblicazione di questa rivista sul fumetto fantastico e di fantascienza, destinata ad un pubblico adulto. Si tratta dell'edizione italiana della rivista nata nel 1978 in America ad opera della Warren Publishing, edita anche in Spagna pochi mesi dopo da Toutain.

Come lo stesso editore spiega nel primo numero, la rivista fu concepita in America già nel '75 e il nome originale doveva essere "Yesterday, Today, Tomorrow", poi per problemi editoriali ed economici, il progetto si concretizzò soltanto tre anni dopo. Il nome fu cambiato in "1984" ispirandosi all'omonimo romanzo di George Orwell. Contrariamente all'edizione originale americana, quella italiana pubblica le storie traducendo fedelmente i testi originali, cosa che in alcuni casi in America non era appunto avvenuta, per esigenze di mercato.

Americano

La rivista conterà in Italia 48 numeri come "1984", inizialmente con 60 pagine di cui 10 a colori, cadenza mensile, per arrivare poi a 64 pagine con quelle a colori che varieranno a seconda dei casi. Molto belle e accattivanti le copertine.

Nel 1986 la rivista diviene "2984". Sotto questo nome saranno pubblicate, basandomi su quelli che ho io e dalle notizie in rete, 2 serie di rispettivamente 10 e 6 numeri. In totale abbiamo quindi 64 numeri. Se qualcuno dispone di notizie più precise, può comunicarmelo. 

In America mi risultano solo 29 uscite, la Warren fece bancarotta e cessò le pubblicazioni. In Spagna ha maggior longevità, dopo 64 numeri col nome di 1984, cambia in Zona 84, nome col quale si concluderà nel 1992 col numero 96, per un totale di 160 numeri.

Ultimo numero Zona84

Fra gli autori di prestigio che vengono regolarmente pubblicati in Italia, ricordiamo Richard Corben, Esteban Maroto, Fernando Fernandez, Wally Wood, Bruce Jones.

Sporadicamente ci sono lavori di Will Eisner, Horacio Altuna, Juan Giménez, Eleuteri Serpieri, Frank Thorne, Alfonso Azpiri, Berni Wrightson, Jose Ortiz, Alfonso Font e tanti altri fra cui anche diversi esordienti italiani.

Da segnalare nel numero sette il racconto "L'occhio di vetro" scritto da Curzio Malaparte e disegnato da Luis Garcia.

Di Richard Corben spiccano Mondo Mutante e Le mille e una notte, più diversi racconti brevi. Ottimi il Korsar e La Sfinge di Esteban Maroto. Serie più o meno fissa, Judge Dreed.

 

 

Mondo Mutante

Dopo i primi dieci, quindici numeri di buon livello, la rivista perde di mordente e il tema del fantastico viene meno, affiancato sempre più marcatamente da fumetti di ogni genere, dall'erotico al western con storie di Pichard e il Blueberry di Jean Giraud. Secondo me, un abbinamento decisamente poco felice, a testimone l'immagine seguente...

Pichard e Giraud

Fanno capolino, oltre alla rubrica della posta, sporadici articoli sul cinema di fantascienza o sul fumetto in generale. Il materiale pubblicato tende sempre più a dar spazio ad esordienti, molti italiani, il livello dei disegni rasenta a volte la fanzine. La qualità tende a scendere. L'impressione è che si metta insieme tutto quello che si ha a disposizione col solo scopo di riempire la rivista.

Gwendoline

da 1984 a 2984

Parallelamente, già dopo la pubblicazione dei primi numeri, viene creata la collana satellite "I grandi protagonisti del fumetto mondiale, nella quale vengono pubblicate, in volumi brossurati, le storie già apparse a puntate sulla rivista. Mi risultano pubblicati 20 albi:

Gonzales1. Mondo mutante - Corben

2. Zephid - Azpiri

3. Maroto

4. Gonzales

5. Bambole - Pichard

6. Naso rotto (Blueberry) - Giraud

7. Caraibe - Macedo

8. Paris Fripon - Claeys

9. Scatoman - Holmes

10. Whisky's dreams - Claeys

11. Marie Gabrielle in oriente 1 - Pichard

12. Marie Gabrielle in oriente 2 - Pichard

13. Il grande cane, Morte al metrò - Hugues

14. Gli otto anelli di Aldebaran - Segura/BermeMondo Corbenjo

15. L'uccello sacro - Barbe

16. Jeff Jones

17. Orka - Segura/Bermejo

18. Caraibe: viaggio oltre il tempo - Macedo

19. L'asino d'oro - Pichard (supplemento al  nr. 9 di 2984)

20. Il mercante di idee - Cossu (suppl. al nr. 10 di 2984)

Allegato al nr. 37 di 1984, lo "Speciale Italy" e come supplemento al nr. 39, segnalo inoltre "Lo straordinario mondo di Richard Corben", seconda edizione. Come supplementi a 2984 mi risultano ancora Carmen (al nr. 4), Bambole e Lolly Strip (al nr. 11) di Pichard.

 

 

Protagonisti

Nel complesso, una rivista comunque interessante che poteva e doveva dare molto di più, ma che non riesce a trovare una propria identità e quindi presto dimenticata nel panorama delle riviste di fumetti degli anni 80. Peccato.

Speciali

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna