Sturm, Raistlin, Tika, Caramon, Goldmoon, Tanis, Kitiara, Laurana e Tasslehoff

Ho scoperto il mondo di Krynn e la sua saga durante un viaggio in treno da Napoli a Zurigo, forse una quindicina di anni fa. Altri, come ad esempio la simpatica signora Rowling, avrebbero impiegato quel tempo per creare il magico mondo di Harry Potter e diventare miliardari, ma io a quei tempi mi limitavo a leggere le fantasie altrui. Peccato, chissà cosa vi siete persi.

Ricordo di aver letteralmente divorato il primo libro de "Le cronache di Dragonlance" terminandolo prima ancora di arrivare a destinazione, "I draghi del crepuscolo d'autunno". Avevo acquistato la trilogia edita negli oscar Mondadori, attirato dalle splendide copertine di Larry Elmore e già dalla lettura dei primi capitoli, mi ero reso conto che non me ne sarei pentito.
Il mondo creato dai coniugi Laura e Tracy Hickman negli anni 80, nacque in origine come base per i moduli del gioco di ruolo"Advanced Dungeons and Dragons"  della TSR, casa leader nel settore. Fu messo poi in versione romanzata con la collaborazione di Margaret Weis.

La trilogia negli Oscar Mondadori

Non starò ora a dilungarmi troppo sulla complessa storia, voglio darvi giusto un accenno ad essa ed ai sui numerosi personaggi, ai quali sono certo che vi affezionerete molto presto, lasciando poi a voi il piacere di scoprirli in dettaglio durante la lettura.
Tanis mezzelfo è il personaggio per così dire "conduttore" di questa prima trilogia, colui che fin dall'inizio tiene insieme il gruppo di amici che si incontrano nel loro paese natìo di Solace, alla "Locanda dell'ultima casa".
Le sue origini metà umane e metà elfiche gli hanno creato problemi di accettazione da ambedue le razze e rappresentano un pesante fardello che si porterà dietro per tutta la saga. Gli elfi lo chiamano "Mezzosangue", nel senso più dispregiativo del termine.
Gli amici si ritrovano dopo cinque anni di separazione e non sanno ancora che presto verranno coinvolti in un'avventura che segnerà le loro vite e i loro rapporti in maniera indelebile.

Inizialmente il gruppo è composto oltre che da Tanis, da Sturm Brightblade che aspira a diventare uno dei cavalieri di Solamnia, prestigioso ordine della terra di Krynn, dai fratelli gemelli Raistlin e Caramon Majere, il primo giovane e introverso mago che avrà un ruolo decisivo in tutta la storia, fragile e malaticcio, e il secondo eroico e mastodontico guerriero. A completare la compagnia ci sono il nano Flint Fireforge e il simpaticissimo e imprevedibile Kender Tasslelhoff, personaggio dalle mille risorse. Le schermaglie fra questi ultimi due ricordano molto quelle fra Ghimli e Legolas nel Signore degli Anelli.
Altri si uniranno ben presto a loro, come Goldmoon e Riverwind, la coppia di barbari che ha ritrovato un bastone dai poteri magici che costituisce uno dei tasselli principali di un enorme puzzle che rivelerà le mire della crudele Regina della notte, Takhisis. Sarà a lei e ai suoi seguaci che il gruppo dovrà opporsi, aiutato dal bizzarro mago Fizban, la cui vera identità verrà rivelata alla fine della trilogia.
Il tutto è condito dal combattuto rapporto fra Tanis e Kitiara, la sorellastra dei gemelli, che ha preso la via delle forze oscure, succube di Lord Soth, spettro a capo di un esercito di spettri, dall'amore della principessa elfica Laurana, non più condiviso da Tanis, e dalla descrizione della via che condurrà Raistlin a diventare uno dei maghi più potenti del regno e sempre più pericolosamente affascinato da quello che è il lato oscuro, seguendo le orme del mago nero Fistandantilus.
E ancora Tika, da cameriera a guerriera, ma tanti sono ancora i comprimari e i personaggi che i nostri eroi incontreranno sul loro lungo cammino che dopo mille peripezie li porterà a ritrovare la "Dragonlance", l'unica arma capace di sconfiggere i draghi risvegliati dalla Regina della notte.

Goldmoon, Flint, Caramon e Tanis alle prese con il drago nero - Larry Elmore


Weis e Hickmann ci prendono per mano e ci conducono attraverso la storia in maniera magistrale; le avventure e i colpi di scena si susseguono a ritmo incalzante, la narrazione non è mai noiosa e a tratti anche divertente; nonostante le molte sfaccettature, non perde mai il suo filo logico. Gli eroi saranno divisi, si ritroveranno, e ancora si divideranno, ognuno a compiere la sua parte per completare il disegno che porterà alla conclusione di questa prima avventura.
Il tutto è impostato su una solidissima base in cui il mondo di Krynn con i suoi popoli e le sue tradizioni è descritto in maniera molto realistica e dettagliata, tale da farci ben presto dimenticare che si tratta di un mondo di fantasia.

Inutile dirvi che troverete tutti gli ingredienti che fanno parte del genere fantastico-eroico, il bene e il male in tutte le loro forme, draghi e paladini, eroi e traditori, elfi e goblin, maghi e demoni, mostri e troll, nani e folletti, spettri e minotauri. Armi leggendarie, viaggi e ricerche, avventure per terra e per mare. Non ne manca uno, e va benissimo così.

Ma sopratutto, questa saga parla di amore e di amicizia, forse più di amicizia che di amore; ma non è forse anche l'amicizia una delle tante espressioni e sfaccettature dell'amore? In questa saga l'amicizia è decisiva per la sopravvivenza e il superamento delle avversità che sono riservate agli eroi delle lance, ed è proprio questo il concetto che mi è rimasto fortemente impresso dopo averla letta. Non è forse così anche nella vita reale?
Una storia che ci porta a riflettere su valori che nel nostro mondo, basato sulla tecnologia, sulla comunicazione veloce e impersonale e sul consumismo, si stanno un po' perdendo.

La prima trilogia comprende i titoli:
I draghi del crepuscolo d'autunno (Dragons of Autumn Twilight)
I draghi della notte d'inverno (Dragons of Winter Night)
I draghi dell'alba di primavera (Dragons of Spring Dawning)

e puo' essere letta come saga a se stante. Se vi ci appassionate, proseguite con Le Leggende di Dragonlance:
Il destino dei gemelli (Time of the Twins)
La guerra dei gemelli (War of the Twins)
La sfida dei gemelli (Test of the Twins)

Consiglio poi, anche se non proprio all'altezza degli altri ma per chiudere un po' il ciclo:
I draghi dell'estate di fuoco (Dragons of Summer Flame).

I draghi dell'estate di fuoco

Esistono inoltre molti altri libri che narrano di avvenimenti precedenti o approfondiscono alcuni episodi chiave e le storie dei singoli personaggi, nonchè sèguiti della saga, dove agiscono gli eredi dei vari personaggi. Attualmente in fase di pubblicazione anche una nuova trilogia.
L'elenco completo è facilmente reperibile nel web se cercate con "Dragonlance", se siete pigri, ecco il link su wikipedia con la cronologia dei romanzi:Dragonlance
A contribuire al suo successo hanno avuto un ruolo predominante le splendide illustrazioni di Larry Elmore e tanti altri bravissimi artisti che con le loro opere hanno dato un volto ai vari protagonisti, rendendo così ancora più "realistica" la lettura.

Consiglio a questo proposito uno dei tanti libri che li raccolgono: I maestri di Dragonlance, edito nel 2003 dall'Armenia. 126 pagine ricche di illustrazioni ispirate alla saga e realizzate da Brom, Clide Caldwell, Jeff Easley, Larry Elmore, Daniel Horne, Todd Lockwood, Matt Stawicki e Mark Zug.

I maestri di Dragonlance
 
Illustrazione di Stawicki
Ancora Stawicki

L'Armenia ha recentemente ripubblicato le varie trilogie in libri unici, più accessibili anche a livello di prezzo.

Una curiosità per chi si chiede come mai non sia ancora stata realizzata una pellicola sulla saga, visto anche il recente successo del "Signore degli anelli" e l'imminente arrivo di "L'Hobbit". In effetti esiste una trasposizione del primo libro delle cronache, realizzata nel 2007 dalla Paramount, un film di animazione, disponibile in inglese su DVD (di seguito, la copertina). Le voci dei personaggi sono prestate da famosi attori quali Kiefer Sutherland, Lucy Lawless, e Michael Rosenbaum. Reperibile per circa 5 sterline su Amazon UK. Una trasposizione simpatica per chi mastica l'inglese, ma raccomando di leggersi prima il libro.

Trilogia in volume unico Il DVD

Tutte le immagini copyright TSR, Armenia, Mondadori, Larry Elmore, Paramount e tutti gli altri aventi diritto.

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna