V for Vendetta

Io colleziono fumetti. E mi piacciono proprio.
A prima vista sembrerebbe una cosa ovvia, ma vale sempre per tutti?
No. E non solo per avidità, quando si sostituisce il cuore con il borsello, troppo spesso ci facciamo anche sopraffare dalla nostalgia.
Quel personaggio che abbiamo amato con le sue storie quando eravamo piccoli, piccoli appunto.
Adesso siamo cresciuti e spesso quelle storie no, sono invecchiate male o semplicemente non erano mai state dei capolavori.
E ecco che nelle nostre collezioni entrano a far parte vere e proprie schifezze, spesso lasciate a prendere la polvere nelle librerie, albi messi lì e mai più toccati, specialmente se è si tratta di alb rari! A volte cerchiamo di giustificare i nostri acquisti con scuse più o meno fantasiose, sentimenti nostalgici o altro, ma spesso la verità è che se quegli albi non valessero un tubo li avremmo gettati nella spazzatura... certo che ne ho anche io... ma me ne vergogno un pochino!
Vogliamo parlare dei famosi gadget Corno? Faccio parte di quella schiera a cui piacerebbe avere le proprie collezioni complete di adesivi e poster.

Pensandoci bene... ma che cosa me ne faccio? Alcuni poster sono imbarazzanti, degli adesivi non ne parlo perchè a parte guardare se ci sono o meno non valgono una sola occhiata in più. Li compro per avere la collezione completa, così com'è uscita, ma se non ne avessi neanche uno, le mie collezioni mi soddisferebbero meno? Ho grossi dubbi a riguardo... Ma ognuno ha le sue colpe.
L'importante è cercare di non dimenticare di tenere nella mia libreria fumetti che MERITANO di stare lì. E ce ne sono tantissimi di rari. E anche se non lo sono un angolino glielo possiamo trovare no?
E' con questo spirito che mi reco ogni volta in fumetteria, alla ricerca del pezzo mancante, ma anche di qualche bella serie che mi sia sconosciuta. Come la riconosco? Semplice, non ci riesco!
Mi baso sulla copertina, facendomi attrarre come i bambini quando vedono una cosa luccicosa... poi passo ai disegni (i disegni mi DEVONO piacere)...
E poi eventualmente compro. Se non altro dei bei disegni me li riporto a casa...
Peanuts

Qual è la fregatura? Che ovviamente non bastano dei bei disegni a fare un bel fumetto.
La tecnica numero due è chiedere consiglio, leggere in giro e cose così... e si finisce spesso per comprare del materiale molto di moda al momento ma che dopo due giorni non lo prende in considerazione più nessuno.
Ma alcune volte si riesce a scoprire piccoli tesori, vere e proprie perle che ci insegnano che il bel fumetto vive anche in luoghi lontani dai classici Bonelli/Marvel/Panini.
E che, scoperta assolutamente sconvolgente per quanto mi riguarda, non sempre è necessario un bel disegno per fare un bel fumetto.
A volte , raramente eh!, non serve un bel disegno a quella determinata storia... serve esattamente quel tratto particolare, forse non bello ma “adatto”.

Ma è una scoperta che ho fatto in tempi relativamente recenti... si, ci ho messo parecchio prima di andare a chiedere consigli a destra e a manca... Varranno mai nulla? Probabilmente no.
Colleziono albi che non valgono nulla.
Non sono un collezionista? Sono un cattivo collezionista? Dipende.
La collezione più bella del mondo è la più cara?
Se me la regalassero (se qualcuno è disponibile si faccia pure avanti... accetto anche la seconda o la terza più bella del mondo) la VENDEREI SUBITO!
Cosa me ne faccio di un mucchio di fogli di carta con quattro scarabocchi sopra?
Tanto vale che sia un mucchietto di fogli da 100 euro!
Ma allora perché mi tengo qualche fetecchia pure io?
Perché il collezionismo è una brutta bestia, mica è facile ragionarci.
E' tanto raro, è tenuto benissimo... e alla fine manco lo leggo!

Il soldato fantasma


Certo però, quando facciamo vedere la nostra collezione agli amici:
“Vedi quell'albo? Vale una fortuna!” “Davvero? E di che parla?” “Bhò!?”
Però... se lo leggo fa pure schifo. Quindi non lo leggo. E se non lo leggo non si sciupa.
Ma allora i fumetti rari e brutti sono i migliori da collezionare!... c'è qualcosa che non mi torna... una domanda sorge spontanea come direbbe Marzullo:
“Se non ci fossero i bei fumetti, li collezioneremmo (compresi quelli brutti)?”

Ma allora è più importante la bellezza o la rarità? Voi che ne dite?

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna