Locandina Confesso, mi era quasi passata inosservata. Contavo infatti di trascorrere la giornata di sabato 15 settembre al BDFil di Losanna, poi all'ultimo momento dopo una telefonata con amici di Lugano, ho deciso che destreggiarmi un giorno intero col francese non era poi tanto  di mio gradimento.

Ho quindi optato per un viaggetto nel Canton Ticino e dare un'occhiata alla seconda fiera del fumetto, organizzata dal collezionista Fabio Baudino.

Son partito con calma da Zurigo, verso le 8:30. Solita colonna al tunnel del San Gottardo, ho preso quindi la strada più lunga che va su al passo, dietro ad un macinino olandese che avrei fatto volentieri volare. Forse pensava che "al passo" ci si dovesse andare letteralmente.

Sono arrivato a Lugano verso le 11:30. Giornata calda e soleggiata, Palazzo dei Congressi facilmente raggiungibile e parcheggi (a pagamento) a volontà. Ingresso un po' anonimo, solo un piccolo striscione a indicare la fiera

Una manifestazione che prevedeva la partecipazione di diversi ospiti di prestigo fra i quali lo scomparso Sergio Toppi, poi Luigi Corteggi, Giovanni Freghieri, Massimiliano Frezzato, Paolo Bacillieri, Lele Vianello e Beniamino Delvecchio.

5 franchi per il biglietto, ragazzi 2 franchi, mi pare ok. Maggior affluenza di pubblico rispetto all'edizione dell'anno scorso (non c'ero ma raccolgo voci dagli addetti ai lavori), faccio un giretto di ispezione per la sala, saluto Nicolò Zappulla al suo stand e gli dico che faccio un giro, mi risponde "allora ci vediamo fra 5 minuti". In effetti dopo 5 minuti sono già di nuovo al punto di partenza; degli autori sono presenti Frezzato, Vianello, Delvecchio e Bacillieri.Palazzo dei Congressi

Saluto Beniamino e poi Fabio Romiti di Uchronia. Freghieri ha dato forfait per motivi personali, peccato, l'avrei visto volentieri. Anche di Corteggi nemmeno l'ombra, pare non si sia visto nemmeno la domenica. Nessuna informazione ufficiale, gli autori non hanno nemmeno un cartellino col nome sul tavolo, si affidano probabilmente alla loro popolarità...

La manifestazione era pubblicizzata come fiera del fumetto nuovo e da collezione, ma di nuovo francamente non ho visto nulla, a parte i Dago Uchronici e alcuni fumettisti ticinesi con produzioni proprie. Presente anche lo stand di un negozio di giochi da tavolo e di ruolo di Lugano, Camelot, molto ben fornito.

Per l'antiquariato, oltre ad alcuni commercianti e fumetterie locali con materiale interessante, anche diversi commercianti dall'Italia che proponevano fumetti e tavole originali; fra loro il gia citato Nicolò Zappulla, col quale mi sono intrattenuto a parlare delle (sue) intrinsiche difficoltà nella ricerca della libertà dall'assuefazione del vizio del fumo, o giù di li.

Fumetti

Anche Beniamino Delvecchio come sempre molto affabile e simpatico e disposto alla chiacchierata, mi ha disegnato un bel Diabolik.

Diabolik

Frezzato l'ho visto giusto un' oretta, poi proprio quando volevo andare a parlarci, si è allontanato con Bacillieri, per tornare solo alle 17:30 per la presentazione del portfolio della fiera. Bacillieri si è ripresentato un poco prima, alle 16:30. Ho scambiato diue chiacchiere con l'organizzatore Baudino, dal quale ho acquistato senza alcuna possibilità di sconto, per la modica cifra di 97 euro (non 90 o 95, proprio 97) il libro di Carboni sul pubblicato di Pratt (appunto dalla collezione di Baudino) e il libro di Sylvina Pratt su suo padre per modici 30 franchi. Mi ha mostrato anche il portfolio "Sogni", la cui presentazione ho saltato per dare una mano allo stand di Uchronia e per guardare il banchetto a Beniamino in pausa... Alla presentazione ha partecipato la vedova di Sergio Toppi. Il Portfolio a dire il vero non mi ha molto entusiasmato. 200 copie numerate al prezzo di 200 franchi (170 Euro), francamente eccessivo per la qualità dei disegni presentati. Opinione condivisa anche da alcuni addetti ai lavori. 11 litografie di Frez, Toppi, Enrique Breccia, Vianello, Freghieri, Corteggi, Bacillieri, Mattotti, Fior, Giandelli e Sylvina Pratt; alcune certo molto belle, altre che non ho capito come siano entrate in un portfolio. Delvecchio invitato alla fiera ma non alla partecipazione al portfolio, cosa poco delicata, secondo me. Ecco uno scorcio del portfolio:

Sogni

La locandina della mostra, che vedete a inizio articolo e disegnata da Frez, era in vendita a 20 euro intonsa e 30 Euro con 3 disegnini preconfezionati di Frez, Bacillieri e Lele Vianello, anche qui mi pare un prezzo esorbitante. L'ho presa ma me ne sono pentito... Lele Vianello proponeva in mostra anche 25 Acquarelli che si potevano acquistare in loco. Non ho chiesto i prezzi. Eccone un paio:

Acquarelli

Interno

Nella foto sopra, una veduta parziale della sala, Bacillieri al centro in piedi. Sotto, Massimiliano Frezzato disegna con una bimba che lo guarda, immagine molto poetica.Max Frezzato

Paolo Bacillieri

Paolo Bacilieri

Lele Vianello

Lele Vianello

Beniamino Delvecchio

Beniamino

Sulla sinistra lo stand di Uchronia editore.

Wayne

Da citare ancora un concorso di disegno per over 16, con una simpatica animazione. Insomma, tirando le somme, ok ma ho sentito un po' la mancanza di Uchronia Comic Convention, che offriva anche sempre interessanti presentazioni e incontri con gli autori e tavole originali di svariati artisti in mostra. Questa fiera mi è sembrata un po' meno dettata dall'entusiasmo per il fumetto e più, se non totalmente, concentrata sulla vendita, non me ne vogliano gli organizzatori. Assente anche qualsiasi possibilità di ristorazione. Non più tanto motivato (si nota probabilmente anche dalle foto un tantino "svogliate") ho deciso quindi che non era il caso di restare anche per la domenica, nonostante mi fosse stato proposto di partecipare alla cena con gli autori e il pernottamento da un amico. Mi sono quindi rimesso in viaggio, dopo aver riscattato la macchina dal parcheggio ( 29 franchi per 6 ore mi sa proprio di estorsione). Un'ora per uscire dalla città, causa due manifestazioni sportive (maratona cittadina e incontro di Hockey su ghiaccio). Per fortuna al Gottardo non c'era la solita colonna. Strano ma vero.

Ecco il Frez con Zappulla, pausa sigaretta:

Fumatori

La "guida" di Antonio Carboni sui fumetti di Pratt, edita nel 2011 in 999 esemplari (più 60  per gli addetti ai lavori) su tutto il pubblicato di Pratt in Italia e in parte anche quello all'estero, certo un interessante strumento per i collezionisti e gli appassionati diel maestro, prezzo come già detto un tantino elevato.

Guida a Pratt

interno

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna