I mitici primi numeri

Già prima di entrare nella sala scorgiamo da lontano le inconfondibili sagome del gruppo TNT, le belle figure bidimensionali, di cui abbiamo parlato nel precedente articolo, fermarsi ad ammirarle è d’obbligo e una risata mista a un “déjà vu” la toglie il mitico Bob Rock che come un vecchio amico ricomparso dopo anni ti accoglie sorridente..
Dopo uno sguardo al bello e imponente salone di Palazzo Ducale si notano subito i quadri appesi con gli albi originali divisi per annate, accanto a ciascuno un pannello su cui sono evidenziati uno o due albi che in particolare hanno contraddistinto l’annata. Seguendo questi quadri non potranno sfuggirvi le molte tavole originali (comprese le due stupende copertine già citate).

Locandina

Albi e tavole
Copertine originali e albi

Arriviamo quindi allo schermo dove vengono trasmessi i fumetti di GULP! FUMETTI IN TV, la mitica trasmissione che nel ‘72 portò Alan Ford, Corto Maltese, le Sturmtruppen, Jack Mandolino, Nick Carter e molti altri ancora alla conoscenza del grande pubblico. La trasmissione ebbe un enorme successo, addirittura ottenne un’audience dell’83%, battendo anche Rischiatutto.
Per chi volesse approfondire l’argomento segnalo questo interessante link: Gulp
Girato un angolo troviamo il realistico e scalcinato negozio di fiori, sede del gruppo TNT:

Il negozio di fiori

arrivati in fondo assieme ai quadri con le ultime annate ecco apparire le sagome di Alan e Minuette.

Alan e Minuette

Durante il percorso non potrete fare a meno di notare due belle e grandi bacheche, piene di gadget, allegati, speciali e curiosità del mondo editoriale di Alan Ford, segnalo un oggetto in particolare che secondo Bunker è il più raro: la bella cintura in caucciù che veniva inviata su richiesta nei primi anni ‘80.

Gadget
Gadget
Alan Ford

Una menzione a parte merita lo spazio riservato ai 50 anni di carriera di Max Bunker: una piccola e accogliente saletta, ricavata all’interno della mostra, adornata con poster di suoi personaggi.
Comode sedie sono poste di fronte ad uno schermo, dove viene trasmessa l’interessante intervista a Bunker, ai lati dello schermo, spiccano le due sagome di Kriminal e Satanik come a proteggere il loro creatore.

Satanik e Kriminal

Per finire un pannello con molte sue foto e sotto una lunga bacheca che ospita fumetti, riviste e speciali di tutti i fantastici personaggi creati in questi irripetibili 50 anni di carriera da uno dei più grandi autori italiani Luciano Secchi, in arte Max Bunker.

Foto di Bunker

Pubblicazioni varie di Max Bunker

Ancora albi vari della produzione Max Bunker

Concludo con una notizia che farà la gioia dei collezionisti di AF: sono riuscito a strappare all'amico Riccardo Bartoli la promessa di scrivere un articolo per il nostro sito. Ci parlerà dei gadget, degli allegati e speciali di AF. Il tutto naturalmente corredato di foto.

A presto!

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna